Secondo quanto stabilito dalla Legge Universale, ciò che pensi è ciò che attrai nella tua vita.

Essa ha riscontri pratici in ogni settore della vita umana, la conoscenza e l’uso corretto di essa permette di entrare in sintonia con l’Universo e costruire la nostra vita in modo armonico e completo.

In questo momento delicato, che il nostro paese sta attraversando, ho deciso di scrivere come se fossi un libro aperto, alla scoperta di Me e degli altri, osservare ogni singola persona ed in essa trovare buoni motivi per cui siamo grati di essere in questo mondo. Pensare solo a buoni motivi, pensieri positivi, rivolti al futuro, alla pace e alla volontà che se uno ci crede davvero il pensiero positivo porta a grandi guarigioni.

Ho deciso di raccontarmi e chissà magari da tutto questo ne uscirà un bellissimo libro per il prossimo e onestamente non so dove mi porterà tutto questo, ma credo fortemente, che non ho niente da perdere, anzi…

E’ passato 18 anni dall’ultima volta che ho scritto…una TRECCANI per un BASTARDO, così l’avevo chiamata… e oggi riprendo quella penna e riparto con una mentalità completamente diversa….

Faccio una premessa, scriverò così, come viene, senza pensare a dove va la mia mente…scriverò senza filtri, scriverò perché in questo momento è l’unica cosa che mi rende davvero ferma ma in totale movimento.

Sembra un controsenso, ma quello che penso è che ogni individuo dovrebbe in questo periodo di totale isolamento, partire alla ricerca di SE STESSO, perché ciò che ci distingue è come affrontiamo la vita in ogni suo movimento.

Posso dire di me, che mi sono sempre ritenuta una persona positiva, ma di fatto MI MENTIVO.

Mi sono resa conto, crescendo che ogni volta, sbagliavo il modo di approcciarmi a Me stessa.

Ci sono due valori fondamentali nella vita, ciò che dici a voce alta e ciò che la tua voce interiore racconta… quella voce interiore è la chiave… ma per imparare ad ascoltarla ho capito che ci vuole tanto coraggio.

Ci sono situazioni, in cui è così evidente…. Perché se ci si sofferma …quella voce…sottile, che ti parla tu la puoi sentire… e renderti conto che non è in linea con ciò che ti racconti ogni giorno a voce alta a te e agli altri.

Nel momento in cui lo fai, la tua vita viene sconvolta, ti ritrovi a combattere con dei fantasmi del passato che neanche immaginavi di avere… e piano piano ti sbucci come una cipolla e tutto questo fa un male cane…ti sembra quasi di morire e rinascere ogni volta.

Le verità NASCOSTE, sono quelle che devi portare alla luce, farle uscire dal buio.. dove le hai sempre tenute, riviverle, e poi lasciarle andare con distacco e capire che fanno parte di un VISSUTO che ti è servito ad arrivare a ciò che sei ADESSO.

In questo momento le persone hanno paura, e non si riesce a trovare buoni motivi per essere positivi.

Io personalmente ho deciso di impegnarmi, perché la positività è qualcosa che va lavorata ogni giorno, basta poco per tornare a pensare in maniera sbagliata, ma di fatto cosa cambia in questo preciso momento?

Posso decidere di pensare che andrà tutto bene e vivere per le cose belle che ho, oppure pensare che andrà tutto male e sicuramente anche quello che di bello ho adesso rischierà di svanire nel nulla.

Perché smettere di ridere? Perché se rido sono una persona ignobile che non accarezza il paese in un momento delicato?? Perché se rido sono insensibile oppure c’è la più remota possibilità che qualcuno che è triste possa in un momento sentirsi bene?? Perché ci sono studi che parlano proprio del beneficio della risata, che ti attraversa in ogni angolo del tuo corpo e della tua mente e tu sei VIVO.

Sai che penso?? Penso che dovremmo analizzare le cose belle che ognuno di noi ha e rendersi conto che siamo tutti fortunati.

Perché essere grati in questo momento: ecco alcuni esempi che io riporto qui in queste pagine per ricordare i buoni motivi per cui sono al mondo.

Sono viva

Sono in salute

Sono giovane

Se parto dal mio corpo mi rendo conto di esserne grata dalla A alla Z

Ho i capelli, ho gli occhi e ci vedo, ho gli orecchi e posso sentire, ho il naso e posso respirare e odorare, ho la bocca, ho la voce, posso sentire la mia voce e farla sentire agli altri, posso mangiare, baciare, ho le braccia che funzionano, ho le mani con tutte le dita che si muovono, ho i piedi e posso camminare, ballare, correre, alzarmi, saltellare, posso mettermi le scarpe, posso decidere se camminare o riposare…posso decidere di fare con il mio corpo milioni di cose e tutte le cose che posso fare mi danno gratitudine se solo ti soffermi a pensarci.

Ma è sempre più facile, nella maggior parte delle persone pensare che invece ci sono milioni di limitazioni che renderanno la tua vita uno schifo…e sorpresa?? Sarà proprio così che andrà perché la tua mente l’ha così pensato che alla fine è ciò che ti è arrivato.

A volte penso che per me la fortuna più grande sta proprio in quello che il mio corpo mi permette di fare.

Se ci pensi da quello poi deriva ogni singola azione che fai ogni giorno.

Facciamo un gioco… una giornata è fatta di 24 ore.

Pensa a quante cose belle hai senza nemmeno farci più caso.

Vivi con talmente tanta abitudine che hai perso la consapevolezza che invece sono situazioni di cui dovresti essere grato ogni singolo giorno.

Ogni mattina quando mi alzo, e sono sincera, non tutti i giorni ci riesco, perché come ho già detto, pensare positivo è un lavoro costante, inizialmente sembra di essere dentro un campo da tennis e la tua mente è una pallina che viene sballottata da una parte all’altra e tu combatti con ciò che è positivo e ciò che invece pensi sia negativo.

Torniamo alla nostra giornata fatta da 24 ore:

Mi alzo, e apro gli occhi…e cazzo sono viva.. in questo bellissimo mondo io ho un altro giorno in più che posso decidere di viverlo al meglio e con le massime aspettative.

Ho le due solite classiche possibilità:

1 – che palle anche oggi una giornata di merda.. devo alzarmi e non ho voglia di fare nulla.. cazzo mi devo lavare, fare colazione, vestire, prendere la macchina buttarmi nel traffico, andare a fare il mio lavoro del cazzo e poi dopo cosa?? Tornare di nuovo in macchina e ancora traffico e tornare a casa e poi sempre la stessa cazzo di vita… oddio come sono infelice???? 

2- Buongiorno Universo e Grazie.

Oggi sono grata perché sono viva, e sono grata perché ho aperto le persiane e nonostante sia 11 Marzo, il paese è in panico, c’è un bellissimo sole che mi riscalda e mi fa sentire tutto il calore di cui ho bisogno… E poi penso…che sono grata, perché nonostante il paese sia impaurito, io ho voglia di fare colazione, accendere la musica, prendere il mio buon caffè e andare a prepararmi, ho voglia di truccarmi e essere bella per me stessa, anche se so che oggi non verrà nessuno al mio sportello perché siamo chiusi al pubblico… Ho preso la macchina, ho ascoltato la mia musica per tutto il tragitto per arrivare a lavoro e sono davvero grata di poter lavorare, perché so che con lo stipendio posso fare le cose che mi rendono felici e cazzo se sono grata.

Sono arrivata a lavoro, gli animi sono tesi, nessuno inizialmente ride, c’è panico, ansia, invece io voglio essere di nuovo positiva. Per me è davvero bello essere qui, sentire che possiamo stare con le persone a cui vogliamo bene, anche se vuol dire farlo con più attenzione… Perché la cosa più triste che può succedere è quella di farsi pervadere dalla tristezza e perdere di vista la gratitudine.

In realtà mi trovo adesso a scrivere queste righe, proprio perché stamani avevo perso la mia positività e ho deciso che la mia volontà di pensare BENE deve superare quella di pensare che andrà tutto MALE.

Ed è difficile, perché quando arriva la tristezza, lasciarla andare è un enorme SFORZO, ma ti ripaga se ogni volta tu riesci a metterla in un angolo.

Immagina il tuo volto mentre RIDE e immagina il tuo volto mentre è TRISTE o mentre versa LACRIME.

Immagina di piangere quando RIDI tanto… e immagina di PIANGERE quando invece la tristezza ti inonda… beh la sensazione che provi in questo momento dovrebbe essere totalmente diversa .. Ci pensi mai?

Visualizzare o pensare a ciò che non vuoi è come decidere di far accadere proprio quello nella tua vita….cosa potrebbe cambiare se tu provassi a visualizzare ed a pensare invece quello che vuoi davvero??

Cosa ti costa dire voglio essere felice davvero?? Contro la solita stessa frase di merda che ci ripetiamo ogni giorno… Non voglio soffrire perché non me lo merito…

Se pensi che l’universo non accetta la negazione, ripetendo la stessa frase del cazzo ogni giorno tu otterrai proprio quello che più ti fa paura… (voglio soffrire perché lo merito)

Quindi possiamo, se vogliamo, trovare sempre il lato positivo, se esiste dentro di noi.

La voglia e la volontà di tirarlo fuori, sempre, e soprattutto quando sembra davvero difficile… ma nulla è impossibile…e tutto è possibile se ricorri alla legge del pensiero positivo (ciò che pensi attrai, ciò che pensi diventi, i tuoi pensieri formulano la tua realtà).

Tra poco esco da lavoro, vado dalle mie due bellissime bambine che mi aspettano con tanta gioia e amore e solo per questo motivo io sono grata di vivere e di esistere. Loro sono la fonte più grande della mia vita, sono la ragione per cui la mattina mi alzo e per cui vale la pena di vivere.

Se riesco a farle sorridere e a farle sentire vive, beh direi che io ho già VINTO su TUTTO.

Stefania Cherici